opere: corpo di donna

Letizia Battaglia inizia la sua carriera nel 1969 collaborando con il quotidiano comunista L’ora di Palermo di cui, dal 1974 al 1991, dirige il team fotogra‑co. Nel 1974 fonda l’agenzia Informazione Fotografica e nel 1991 la rivista Mezzocielo, un bimestrale cui lavorano soltanto donne. Letizia Battaglia non è solo una fotografa: è stata anche regista, ambientalista, assessore dei Verdi a Palermo con la giunta di Leoluca Orlando negli anni della Primavera Siciliana, deputata all’Assemblea Regionale Siciliana, editore delle Edizioni della Battaglia, cofondatrice del centro di documentazione Giuseppe Impastato. È la prima donna europea a ricevere, nel 1985, il Premio Eugene Smith per la fotografia sociale. Nel 1999 a San Francisco le viene assegnato il Mother Johnson Achievement for Life. Nel 2007 in Germania la Società tedesca di fotogra‑a le conferisce il e Erich Salomon Prize. Nel maggio 2009 a New York viene premiata con il Cornell Capa In‑nity Award. Il New York Times la nomina, unica italiana, tra le 11 donne più rappresentative del 2017. Entra anche nella lista delle 1000 donne segnalate per il Nobel per la pace, nominata dal Peace Women Across the Globe. Nel 2017 inaugura il Centro Internazionale di Fotografia, presso i Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo, dove dirige e cura la selezione di mostre e incontri dedicati alla fotografia storica e contemporanea.